PIATTI TRADIZIONALI E PRODOTTI TIPICI

Традиционные блюда и рецепты

Il cibo in Sardegna è un ricco mix di sapori che ha origine dalla cucina tipica del Mediterraneo. Rappresenta tutte le diversità di una isola ma con un ricco entroterra, con piatti tipici di mare, gustosi vini e liquori, pane, pasta e dolci, saporiti formaggi e insaccati tipici della tradizione agropastorale. La Sardegna rappresenta da questo punto di vista la tipicità del territorio Italiano, cosi legato ai prodotti enogastronomici al punto che il momento del pasto è considerato un rito imprescindibile, un momento di convivialità che raccoglie intorno alla tavola la famiglia al completo. In Sardegna, specie nell’entroterra è impossibile rifiutare un bicchiere di vino o un dolce offerto, perché considerato quasi un’offesa da chi vi ospita. Qui tutti i gusti e preferenze verranno soddisfatti.

La grande varietà dei cibi, la qualità dei prodotti di eccellenza e soprattutto il buon vino, probabilmente sono gli ingredienti dell’antico segreto che rende i Sardi così longevi.

Non sfugge ai più attenti visitatori che il piatto tipico e più conosciuto in Sardegna è il maialetto arrosto, ossia maialino da latte arrostito alla brace, nonostante la Sardegna sia circondata dal mare; ma non mancano i piatti a base di pesce e molluschi che si trovano in special modo nei ristoranti lungo le coste. La bottarga è un prodotto rinomato, molto saporito e prelibato, si tratta di uova di muggine o tonno, essiccate e conservate nella loro sacca. Con questo prodotto si creano diversi piatti, ma in particolare si condisce la pasta.

La pasta e il pane appunto, di ogni forma e sapore, caratterizzano tutte le zone dell’entroterra e della costa.

Il tipico e più conosciuto è il pane carasau (o carta da musica), una sottile sfoglia di pane dall’inconfondibile croccantezza dovuta alla tostatura in forno (sa carasadura);

Un ampia varietà di pasta caratterizza tutto il territorio sardo, non c’è zona della Sardegna che non abbia la sua variante di ravioli, spesso ripieni di ricotta o patate, Culurgiones e Malloreddus (o gnocchetti sardi) conditi con salsa di pomodoro e basilico e carne (salsiccia fresca).

Data l’economia agropastorale della Sardegna, i formaggi sono un alimento sempre presente nelle tavole dei sardi. Non possono mai mancare infatti formaggi di origine caprina o pecorino, stagionati e freschi, ricotta fresca o affumicata, ma anche il famoso casu marzu, formaggio fermentato, particolarmente saporito e lievemente piccante. Questo particolare formaggio viene prodotto in ambito familiare e non si trova in commercio.

Caratteristici i dolci, spesso ripieni di formaggio come le Seadas o Sebadas serviti con il miele di produzione locale, oppure dolci alla pasta di mandorle come gli amaretti.

I dolci chiudono il pasto, non prima di sorbire un buon liquore prodotto con le bacche del mirto selvatico o un bicchiere di Fil’e Ferru o Abba ardente, tipica acqua vite prodotta dalle vinacce della Vernaccia.

I vini

Le vigne in Sardegna si estendono pressoché su tutto il territorio e la produzione di vino è una delle attività più redditizie e diffuse. Il più famoso vino sardo DOC è un rosso, prodotto da un vitigno a bacca nera detto Cannonau soprattutto in provincia di Nuoro e Cagliari.

Il Vermentino è un vitigno semi aromatico, con cui si produce un vino bianco specialmente nel nord della Sardegna. Nella costa dell’oristanese e in special modo a Bosa è invece particolarmente apprezzabile la Malvasia, vino dolce e leggero che accompagna i dessert.